Guida sulle specialità tipiche Pugliesi, Salumi e Formaggie Baccalà - Distinti Salumi - Vendita online di salumi e formaggi

PRODOTTI
PRODOTTI
INFORMAZIONI
IDEE REGALO
📞 ASSISTENZA CLIENTI : 349 18 78 510  | @ EMAIL: Shop@DistintiSalumi.eu
SEGUICI SU :      
📞 ASSISTENZA CLIENTI : 349 18 78 510
PRODOTTI
PRODOTTI
INFORMAZIONI
IDEE REGALO
Vai ai contenuti

Come dissalare e ammollare il baccalà

Distinti Salumi - Vendita online di salumi e formaggi
Pubblicato da Veronica in Gastronomia Italiana · 2 Febbraio 2021
Tags: baccalàcucinarericettamerluzzo
Come dissalare e ammollare il baccalà per lasciarlo morbido e sugoso, non stopposo !
Da anni vendiamo online baccalà di prima scelta, tutti i clienti ne rimangono soddisfatti della qualità del baccalà venduto sul nostro shop online a questa pagina e godiamo di ottima reputazione.
Nonostante ciò, alcuni clienti ci chiedono come dissalare in modo ottimale e ammollare il baccalà una volta acquistato, per renderlo morbido, sugoso e per farlo venire via a scaglie.


Foto reale scattata da un nostro cliente, ritrae un baccalà Norvegese con spina di prima scelta

È un ingrediente top nella cucina italiana tanto da essere il protagonista di un gran numero di ricette regionali, fino a qualche tempo fa, veniva chiamato il cibo dei poveri  in quanto il prezzo era così irrisorio che chiunque poteva permettersi di mangiarlo, oggi invece è molto consumato nella cucina Italiana e il suo prezzo è lievitato notevolmente, è facile da conservare,  ed è così versatile da prestarsi alle più svariate cotture.
Sì, parliamo del baccalà, prelibatezza - ricca di Omega 3, di proteine, di magnesio, di vitamina A e di alcune vitamine del gruppo B - che fa bene alla salute e alla linea (è povero di calorie e grassi saturi, urrà!), ma anche un ingrediente che si trasforma in piatto perfetto per un pranzo in famiglia o per una cena informale, per una cena a base di pesce e per il menù delle feste, ottimo anche per l'alimentazione dei più piccoli.
Se vi state chiedendo come cucinare il baccalà per lasciarlo morbido ovvero quale sia la migliore cottura del baccalà per lasciarlo morbido, beh, tenetevi forte: al forno, in umido, bollito, fritto e chi più ne ha più ne metta bastano pochi accorgimenti e sarà una squisitezza.
Per non rischiare che il baccalà risulti stopposo, consigliamo di non cuocerlo per molto tempo, 30 minuti sono più che sufficienti, infatti, cuocendolo per molto tempo, si rischierebbe di aver un baccalà stopposo anche se questo è di prima qualità.
Prima di parlare di come cucinare il baccalà, però, dobbiamo prima affrontare un argomento essenziale: come dissalare e ammollare il baccalà per trasformarlo in un piatto superlativo.

Come dissalare e ammollare il baccalà
Processo di dissalamento e ammollamento del baccalà

Questo procedimento che sicuramente è la cosa più noiosa di questo alimento, è più semplice di quanto pensiate e oltretutto vi consigliamo di farla bene perchè così noterete sicuramente grande soddisfazione a livello di gusto e morbidezza.
per dissalare il baccalà dobbiamo
1) “spazzolarlo” delicatamente a secco per togliere il primo strato di sale
2) porlo sotto un getto di acqua fredda per togliere altro sale in eccesso, lavandolo con cura
3) Se il baccalà è intero, ti consigliamo di tagliarlo a pezzettoni
4) Immergiamo il baccalà pulito in una bacinella capiente piena di acqua fredda (alcuni esperti consigliano anche il latte per renderlo ancora più morbido e saporito) in modo da idratare e ammorbidire la carne seccate a seguito del processo di conservazione - e lasciamolo in ammollo per 3-4 giorni,  cambiando l’acqua (o il latte) ogni 8 ore (o 3 volte al giorno).
5) Trascorso il giusto tempo, possiamo tirare via l'eventuale pelle e mettiamolo in un contenitore con buchi (colapasta) e lasciamolo sgocciolare per circa 2 ore.

Se hai acquistato molto baccalà, e credi di non cucinarlo tutto quanto nell'immediatezza dei prossimi giorni, ti consigliamo una volta dissalato e ammollato tutto, di porzionarlo in diversi contenitori e congelarlo, quando desidererai cucinarlo ti basterà solo uscirlo dal congelatore in quanto precedentemente dissalato e ammollato.

Come cucinare il baccalà
Se vi state chiedendo come prepararlo per esaltarne al massimo il sapore, sappiate che esistono davvero tanti
modi di cucinare baccalà: lessato con olio e prezzemolo, alla livornese, alla vicentina, al forno, con pomodoro, con patate, in umido e via dicendo, alla siciliana.
Di seguito vi proponiamo alcune ricette che possono esservi utili:

  • Come lessare il baccalà

Lessare il baccalà

È il modo più semplice di servirlo a tavola, ma anche anche quello che permette di assaporarne tutto il gusto senza coprirlo con altri sapori. Ecco come lessare il baccalà in pochi semplici passaggi:
Ingredienti:
  • Baccalà nella quantità preferita
  • 1 spicchio d’aglio
  • prezzemolo
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine d'oliva
    Procedimento:
    Una volta eseguito il processo di dissalamento e ammollo, togliamo le lische (nel caso di baccalà con spina) e facciamolo a pezzettini. Poniamolo ora in pentola con acqua leggermente salata e lasciamo cuocere per 20 minuti da quando inizia a bollire (oppure 10 minuti in pentola a pressione) e scoliamolo nuovamente. A parte tritiamo finemente l’aglio e il prezzemolo e versiamoli in una terrina a cui unire il baccalà lessato, regoliamo di sale e pepe, aggiungiamo olio extravergine d’oliva, copriamo e lasciamo riposare e insaporire fino al momento di servirlo in tavola.
    Il baccalà lessato con olio e prezzemolo è perfetto da consumare anche freddo o a temperatura ambiente.


    • Come cucinare il baccalà al forno alla Portoghese

    baccalà alla portoghese

    Piatto ideale per la stagione invernale, scalda il cuore e riempie la bocca con sapori decisi e soddisfacenti. È una ricetta perfetta anche per il Natale (soprattutto se odiamo friggere), quindi scopriamo come cucinare il baccalà al forno:
    • 1 kg di patate
    • 2 bicchieri di latte
    • 40 g di burro
    • 2 spicchi d’aglio
    • 1 ciuffo di prezzemolo
    • 50 g di parmigiano
    • 100 g di olive nere
    • 1 ciuffo di prezzemolo
    • 1 kg di baccalà
    • sale e pepe q.b.
    • pan grattato q.b.
    • olio evo q.b.
    • olive
    • pomodorini
    Preparazione del baccalà alla portoghese:
    • Trascorso il tempo di ammollo dobbiamo privarlo della pelle. Mettiamo una pentola con l’acqua e una foglia di alloro e quando bolle tuffiamoci dentro il baccalà, lasciamo bollire per circa 15 – 20 minuti.
    • Scoliamolo e lasciamolo intiepidire, adesso dobbiamo spinarlo in modo molto scrupoloso, facciamolo a pezzetti non troppo piccoli e mettiamolo da parte.
    • Adesso prepariamo il purè di patate, lavate e mondate le patate, bollitele con acqua salata per circa 30 minuti, quando saranno cotte, scolatele, chiacciatele con lo schiaccia patate, aggiungete il latte, l’aglio spremuto o tagliato finemente, il prezzemolo tritato finemente ed in fine il burro, le olive tagliate a pezzetti, il baccalà e il parmigiano e i pomodorini.
    • Mescolate bene tutti gli ingredienti, imburrate una teglia da forno, spolveratela con il pangrattato e versateci l’impasto, livellate bene il tutto, cospargete di pangrattato e condite con un filo di olio evo.
    • Infornate a forno caldo 200 gradi per circa 30 minuti o fino a quando sarà ben dorato.
    • Lasciatelo intiepidire e poi tagliatelo a porzioni.


    • Come cucinare il baccalà alla Livornese

    ricetta baccalà alla livornese
    Per questo piatto consigliamo l'acquisto di baccalà di primissima scelta doppio a questa pagina

    È un piatto di tradizione casalinga che conosce piccole varianti di casa in casa, ma se non sapete come cucinare il baccalà alla livornese questa è la ricetta che fa per voi:

    Ingredienti per 4 persone
    • 500 gr di stoccafisso secco (un pesce piccolo o un pezzo da un pesce più grande)
    • 150 gr di vino bianco
    • 600 gr di passata di pomodoro
    • 20 gr di prezzemolo fresco
    • 150 gr di olio extravergine di oliva
    • 2 spicchi d’aglio
    • peperoncino (10 gr circa), sale e pepe q.b.
      Procedimento:
      Una volta dissalato, ammollato e tolta la pelle, estrarre gli spini e tagliarlo in bocconcini di media grandezza
      Lavare, asciugare e poi tritare il prezzemolo e l’aglio
      Procedimento e cottura:
      In una pentola adeguata per grandezza, meglio se antiaderente, mettere l’olio a fuoco vivace e, una volta caldo, far rosolare i filetti di baccalà fino a prendere una leggera doratura.
      A questo punto sfumare con il vino bianco.
      Una volta evaporata la parte alcolica, aggiunge il sale, il peperoncino e il pomodoro. Far sobbollire coperto per 2 ore a fuoco lento
      Scoperchiare la pentola per far evaporare l’acqua in eccesso per il tempo necessario.
      Quasi a fine cottura aggiungere l’aglio e il prezzemolo. Lasciare riposare qualche minuto fuori dal fuoco e servire.


      • Come cucinare il baccalà alla Vicentina
        Il baccalà alla vicentina, come è facile intuire, è una ricetta tradizionale veneta, in particolare della provincia di Vicenza.
        Come nella maggior parte delle ricette venete l’ingrediente principale è il baccalà, possibilmente di prima scelta.
        La ricetta non è delle più leggere, abbiamo infatti circa 760 calorie per porzione, ma la sua bontà ripagherà questo strappo alla dieta.
        Nella nostra versione completeremo la cottura in forno. Vediamo come si prepara il baccalà alla vicentina:

      ricetta baccalà alla vicentina
      Per questo piatto consigliamo l'acquisto del filetto di baccalà di primissima scelta doppio senza spina a questa pagina

      Ingredienti per 4 persone
      • 400 g di stoccafisso ammollato (puoi usare una delle nostre buste di Filetti di Stoccafisso ammollato da 400 g)
      • 80 g di cipolla bianca
      • ¼ di litro di latte
      • ¼ di litro di olio extravergine di oliva delicato
      • 2 sarde sotto sale
      • poca farina
      • 20 g di formaggio grana
      • una manciata di prezzemolo
      • sale e pepe q.b.

      Preparazione
      Per ottenere il perfetto Baccalà alla vicentina affetta finemente le cipolle e soffriggile in un tegamino con un bicchiere d’olio; aggiungi le sarde sotto sale, che avrai prima tagliato a pezzetti.
      Per ultimo, a fuoco spento, unisci il prezzemolo tritato. Irrora i vari pezzi di baccalà con il soffritto preparato e passali nella farina. Versa qualche cucchiaiata di soffritto in un tegame di cotto o alluminio, oppure in una pirofila, e disponi uno accanto all’altro i pezzi di pesce.
      Ricopri il tutto con il resto del soffritto aggiungendo anche il latte, il grana grattugiato, il sale e il pepe.
      Unisci l’olio fino a ricoprire tutti i pezzi livellandoli.
      Cucina a fuoco molto dolce o in forno ventilato per circa 2 ore. Ogni tanto muovi il recipiente in senso rotatorio, evitando di mescolare.








      Non sono presenti ancora recensioni.
      0
      0
      0
      0
      0
      DISTINTI SALUMI
      di Tedeschi Vito
      VIA LUIGI CAGNETTA, 61
      70038 TERLIZZI (BA)
      P.IVA 03258850720

        3491878510
      clicca sulle icone (cellulare o WhatsApp) per interagire con noi !

      Shop@DistintiSalumi.eu
      SEGUICI SU
      Rimani aggiornato su nuove
      offerte e buoni coupon !
      Torna ai contenuti